Progetto Mose

PROGETTO “MOSE”: TOFD-PA SULLE PARATOIE METALLICHE (2012-2017)

Il progetto MOSE è costituito da un sistema di paratoie metalliche mobili finalizzato alla salvaguardia di Venezia e della sua laguna dal fenomeno dell’acqua alta.

Nel 2012 Tecnocontrol ha proposto alla Società CIMOLAI spa (Società incaricata di realizzare il primo lotto di 23 paratoie per la bocca di LIDO-TREPORTI) di sostituire il controllo radiografico previsto per le saldature principali dei fasciami perimetrali delle paratoie, con il controllo ultrasonoro avanzato con tecnica combinata TOFD+Phased Array.
A tal fine Tecnocontrol ha intrapreso uno studio approfondito in merito provvedendo, tra l’altro, alla progettazione e realizzazione di una serie di blocchi di taratura e di validazione e preparato una Procedura di controllo da sottoporre alla Direzione Lavori per approvazione. Dopo una serie di prove pratiche  atte a dimostrare l’effettiva capacità di rilevamento delle discontinuità, in particolare in confronto con il Criterio di Accettabilità del controllo radiografico, la Direzione Lavori congiuntamente all’Istituto Italiano della Saldatura ha approvato la Procedura proposta.

Tecnocontrol ha successivamente svolto i controlli TOFD-PA sulla prima decina di paratoie, mentre i controlli sulle rimanenti paratoie sono stati completati dalla Società costruttrice sulla falsa riga di quanto fatto da Tecnocontrol.

All’inizio del 2015 Tecnocontrol è stata incaricata da parte di Brodosplit, cantiere navale di Spalato-Croazia incaricata di realizzare gli altri lotti di paratoie, di eseguire lo stesso tipo di controllo (TOFD+PA) anche sulle loro paratoie, in particolare nella fase iniziale dei lavori, fintanto che gli operatori di Brodosplit non avessero ottenuto l’autorizzazione ad operare nel progetto da parte della D.L.
Visto la pubblicazione di nuove Norme Europee concernenti i controlli TOFD e PA, Tecnocontrol ha preparato una nuova Procedura di Controllo predisponendo la realizzazione di nuovi blocchi di taratura e di validazione in accordo alle nuove Normative.
Anche in questo caso, dopo una serie di dimostrazioni pratiche, la Direzione Lavori, congiuntamente all’Istituto Italiano della Saldatura, ha approvato la nuova Procedura.

Durante il proseguo dei controlli, Brodosplit,diversamente da quanto previsto all’inizio dei lavori, ha commissionato a Tecnocontrol i controlli TOFD-PA su tutte le paratoie realizzate da Brodosplit a Spalato fino a completamento lavori

Attualmente (Agosto 2017) i lavori sono nella fase conclusiva e si prevede di completare i controlli presso il cantiere Brodosplit per Settembre-Ottobre 2017

I numeri che ad ora Tecnocontrol può mettere in campo in riferimento ai controlli TOFD-PA sulle paratoie del progetto MOSE sono sinteticamente elencati di seguito:

  1. Proposta di sostituzione del controllo radiografico con il controllo ultrasonoro avanzato con tecnica combinata TOFD+PA
  2. Studio sulla fattibilità e sui risultati del sistema.
  3. Emissione delle Procedure di Controllo approvate dalla Direzione Lavori congiuntamente all’Istituto Italiano della saldatura
  4. Controllo TOFD-PA sulle prime 10 Paratoie realizzate dalla Società Cimolai spa in Italia. Nota: oltre ai controlli TOFD-PA Tecnocontrol era incaricata anche dell’esecuzione dei controlli radiografici sulle saldature che non potevano essere controllate con TOFD-PA e questo ha consentito di maturare una grossa esperienza sull’interpretazioni delle immagini TOFD-PA (specialmente quelle dubbie) potendo facilmente confrontarle con l’immagine radiografica corrispondente allo stesso tratto.
  5. Controllo TOFD-PA su tutte le paratoie dei restanti lotti:
    1. bocca di Malamocco (21 paratoie),
    2. bocca di Chioggia (20 paratoie)
    3. bocca Lido San Nicolò (22 paratoie)
  6.  33 km circa di saldature controllate in totale; spessori compresi tra 8 e 13 mm; procedimento di saldatura 136 (fFCAW) e 121 (SAW)
  7. 8.800 circa Certificati di controllo TOFD-PA
  8. 600 circa Certificati di controllo RX
  9. 21.900 circa file di scansioni per una dimensione totale di 1.7 TB circa.

FOTO DEL CANTIERE